il contratto

i contratti di fiume in breve

i contratti di fiume

adottati nel 2000 dalla Comunità Europea per dar seguito alla Direttiva Quadro sulle Acque, i Contratti di Fiume sono strumenti volontari di programmazione strategica e condivisa che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, contribuendo allo sviluppo locale.

la riqualificazione

il concetto di “riqualificazione dei bacini”, nell’ambito dei Contratti di Fiume, è inteso nella sua accezione più ampia e riguarda tutti gli aspetti paesistico-ambientali del territorio, dai processi di natura idrogeologica e geomorfologica all’evoluzione degli ecosistemi naturali e antropici

il programma d’azione

i soggetti aderenti al Contratto di Fiume definiscono un Programma d’Azione condiviso e si impegnano ad attuarlo attraverso la sottoscrizione di un accordo basato su criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore socialee sostenibilità ambientale

i principali attori

i principali attori di questo accordo sono: le comunità (comuni, province, regioni, imprese, cittadini, associazioni ecc..) che danno vita ad un insieme di politiche e progetti a diversi livelli.

la Regione Piemonte

La Regione Piemonte ha individuato quattro province
per l’avvio di altrettanti Contratti di Fiume: Novara con il
torrente Agogna, Asti con il torrente Belbo, Alessandria
con il torrente Orba e Torino con il torrente Sangone. >per saperne di più<

il torrente Agogna

Il torrente Agogna lungo 140 km, e’ un affluente di sinistra del Po. Nasce dal gruppo montuoso del Mergozzolo, tra i laghi Maggiore e d’Orta, a sud della vetta del monte Mottarone. La sua sorgente si trova a circa 1.000 m. sugli
alpeggi del comune di Armeno.
Il corso dell’Agogna può essere diviso in tre parti: il tratto montano, quello collinare o di alta pianura ed infine quello pianeggiante.
Il torrente scorre in un alveo roccioso sino alla località di Bolzano Novarese, mentre nel tratto collinare, che si conclude presso l’abitato di Momo, il corso d’acqua attraversa zone di collina e di alta pianura.
Il percorso in pianura, da Momo sino alla foce in Lomellina è caratterizzato dallo scorrere lento delle acque con ampie e continue anse attraverso un territorio prevalentemente coltivato a risaie.

la Provincia di Novara

La Provincia di Novara ha dato vita al Contratto di Fiume del torrente Agogna a cui hanno aderito 34 comuni rientranti nell’area interessata dal progetto, un’area estremamente rilevante, sia geograficamente per i rilievi prealpini e quelli collinari e le pianure che insistono sul territorio, sia storicamente in quanto le acque dell’Agogna hanno da sempre significato la vita per le popolazioni che di volta in volta si sono stabilite sulle sue rive durante i secoli. L’Agogna e’ il luogo dove sono nati e fioriti centri abitati, borghi e infine paesi e città. >per saperne di più<

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi